Superbonus 110%

Decreto Rilancio 34/2020

Gli articoli 119, 120 e 121 della legge 17 luglio 2020, n. 77, di conversione con modifiche del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34 (c.d. decreto Rilancio), hanno introdotto la possibilità per il contribuente di ottenere detrazioni fiscali per gli interventi di riqualificazione energetica e per gli interventi antisismici di importo pari al 110% della spesa effettuata. In alternativa il contribuente può optare per uno sconto sul corrispettivo dovuto o cedere il credito fiscale.

 Le modalità attuative delle nuove disposizioni saranno definite da un decreto in via di emissione. Noi siamo già pronti ad effettuare una valutazione gratuita dell’applicabilità della normativa per ottenere il bonus fiscale del 110%.

È possibile richiedere lo sconto in fattura per il superbonus direttamente oppure cedere il credito fiscale derivante. L’intervento deve configurarsi come ristrutturazione importante di secondo livello, cioè l’intervento deve interessare l’involucro edilizio con un’incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda complessiva dell’edificio, oppure deve comprendere la ristrutturazione dell’impianto termico centralizzato per il servizio di climatizzazione invernale e/o estiva asservito all’intero edificio.

Detto cio’, il professionista, con la collaborazione di un team di tecnici qualificati, Vi propone uno schema di analisi tecnica – progettuale indispensabile al raggiungimento di tale bonus secondo le seguenti fasi:

FASE 1 – STUDIO DI FATTIBILITA’
  • sopralluoghi sia esternamente che internamente alle singole unita’
  • produzione di documentazione urbanistica dell’edificio
  • verifica esistenza di abusi edilizi
  • diagnosi energetica
  • verifica esistenza di impianto termico nelle singole unita’
  • restituzione grafica dello stato di fatto dell’intero edificio
FASE 2 – CONFORMITA’ EDILIZIA

accertata l’esistenza di abusi ammissibili (sanabili) :

  • cila in sanatoria (abusi interni all’unita’ immobiliare)
  • cila  ai sensi art.20 c.1 l.r. n.4/2003 (chiusura verande e balconi con strutture precarie e tettoie)        
FASE 3 – PROGETTO ENERGETICO DI RISTRUTTURAZIONE CON EFFICIENTAMENTO ENERGETICO – SUPERBONUS
  1. Progetto architettonico, preliminare, definitivo ed esecutivo corredato da elaborati grafici nelle scale opportune e particolari costruttivi;
  2. Pratica edilizia e visti autorizzativi necessari (Comune, Soprintendenza);
  3. Relazione tecnica energetica (ex Legge 10);
  4. APE post (progetto) che attesti il salto di almeno 2 classi energetiche;
  5. Assistenza all’individuazione di un General Contractor accreditato per l’acquisto del credito fiscale;
  6. Attività di coordinamento con i vari partner e professionisti del progetto;
  7. Assistenza alle trattative per capitolati e contratti;
  8. Pratica Enea (Scheda descrittiva degli interventi, APE, Asseverazioni necessarie);
  9. Direzione dei lavori, con visite periodiche nel numero necessario, emanando le disposizioni e gli ordini per l’attuazione dell’opera progettata nelle sue varie fasi esecutive e sorvegliandone la buona riuscita;
  10. Accertamento dell’esecuzione dei lavori e assistenza al collaudo nelle successive fasi di avanzamento lavori e fino al loro compimento.
COMPENSI E PRESTAZIONI PROFESSIONALI

L’importo a consuntivo dell’onorario sarà calcolato, con riferimento alle prestazioni effettivamente svolte e documentabili, sul consuntivo lordo dell’opera e cioè sulla somma di tutti gli importi liquidati alle varie imprese o ditte per lavori e forniture, computati al lordo di eventuali ribassi rispetto al Prezziario di riferimento (Prezziario Regionale) e viene stimato ai sensi del comma 4 dell’art. 9 della legge 27/2012 in relazione all’importanza dell’opera, in % dell’importo dei lavori e del Quadro Economico determinato in base alle tariffe nazionali vigenti che prevedono diverse percentuali sulla base del valore dell’opera. (Decreto corrispettivi D.M. 17/06/2016 )

Per il pagamento delle sue prestazioni, poiché come da Decreto n. 34 del 19 maggio 2020 (cd “Decreto Rilancio”) prevede che l’importo complessivo delle competenze e di tutti gli oneri professionali comprensivo di spese, è totalmente detraibile e cedibile. l’intero onorario professionale (escluso le fasi 1 e 2) potrà essere inserito nell’importo dei lavori e alla sottoscrizione del contratto di incarico, il Committente potrà poi detrarre l’intero importo delle prestazioni professionali che saranno a carico del General Contractor che acquisterà il credito fiscale spettante.

Clausole : solo nel caso in cui il commitente deciderà di non procedere con la pratica ecobonus / superbonus 110% dovrà corrispondere le prestazioni professionali fino allora effettuate dal Professionista e di quanto da lui richiesto (come previsto da Codice Civile).

ONERI DEL COMMITTENTE / BENEFICIARIO SUPERBONUS

L’accesso alla pratica Superbonus è subordinato alla dimostrazione della Conformità urbanistica dell’immobile da riqualificare, che dovrà dunque essere senza alcun abuso edilizio. A tal fine il committente dovrà essere in grado di fornire regolari:

  • Concessione edilizia e/o sanatoria
  • Abitabilità
  • Visura e planimetrie catastali  (aggiornati da non oltre 6 mesi)

ogni altra informazione o documentazione che verrà richiesta per l’espletamento dell’incarico.

Siracusa, Ottobre 2020                                                                         

Arch. Lara Grana , Esperto in Gestione  dell’Energia