Cambiamenti climatici: la responsabilità é di ognuno di noi!

Adesso, oggi 09/09/2015 ennesima giornata di Allerta meteo rossa a Siracusa ed in Sicilia.

io vorrei ricordare a tutti, ed in particolare alla cittadinanza siracusana, residenti e non, di non lamentarsi come sempre “questo non funziona, questo succede perchè…, è colpa di…”, ovviamente ci sono problemi di ordine tecnico che non si risolvono facilmente, canali insufficienti, pluviali inconsistenti, manutenzioni incoerenti, progetti mancanti..chiamateli come volete, ma la vera colpa di tutto ciò che sta accadendo a Siracusa, cosi come in Italia, Europa, resto del mondo non è delle amministrazioni, politici e governativi…ma di OGNUNO DI NOI !vialepaoloorsi_acqua

del nostro eccessivo consumismo, del nostro stile di vita lussurioso, della nostra società usa e getta, del nostro pomposo benessere, del nostro comodo trasporto, del nostro progresso avvenuto solo esaurendo indiscriminatamente tutte le risorse del territorio, dell’ambiente, del Pianeta!

Per anni abbiamo costruito indiscriminatamente ovunque, nei territori, nei bacini di fiumi, nelle coste, in zona notoriamente alluvionabili,e tutto ciò è avvenuto troppo velocemente e senza una reale pianificazione urbanistica, mancando di servizi e sistemi primari, che come sempre sottovalutiamo (ovviamente non solo noi cittadini, ma anche gli amministratori lo han fatto per anni) e quando c’è un eccessivo espansione della città che non si rapporta ad un parallela pianificazione avvengono i guai e si cerca di intervenire sempre sulle emergenze.

Ma bisogna andare alla fonte, cosa causa questi eventi catastrofici naturali?questi cambiamenti climatici , che non sono più una parola astratta e difficile, ma I CAMBIAMENTI CLIMATICI SONO UNA REALTÀ, OGGI , ADESSO e non solo per l’altra parte del Pianeta, lontani da noi, negli Oceani con gli Tsunami o nei paesi lontani con eventi catastrofici. Tutto ciò avviene ORA e OVUNQUE, anche nella nostra città, a Siracusa ed in tutta la Sicilia, notoriamente un’isola al centro del bacino chiuso del mediterraneo, dove vige da sempre un clima mite e temperato.

E come mai allora ormai le ALLERTE METEO cominciano a ripetersi sempre più spesso ultimamente e da un paio d’anni …?

Le catastrofi naturali sono la conseguenza del cambiamento climatico globale, provocato dalle emissioni di gas a effetto serra .

Ed il maggiore responsabile dei gas a effetto serra è la CO2, anidiride carbonica prodotta dal NOSTRO CONSUMO INDISCRIMINATO DI ENERGIA.

Ovvero dell’energia necessaria a produrre riscaldamento, condizionamento, elettricità, delle nostre ABITAZIONI , che sono responsabili per il 40% delle emissioni mondiali di CO2 !

Un altro 42% di co2 è prodotto dai nostri TRASPORTI, le automobili che tanto amiamo e che senza le quali non riusciamo a vivere. Il vero cancro del Pianeta è il traffico!

per non parlare dei nostri rifiuti, scarti prodotti dal nostro consumismo, che per essere smaltiti provocano notevoli emissioni di CO2, spesso maggiori di quanto ce ne sia volute per produrre il bene primario.

Gli scienziati, gli esperti parlavano di cambiamenti climatici più di 20 anni fà , avvertendoci di intervenire il prima possibile e di ridurre il nostro consumismo ed eccessivo stile di vita.

Son passati anni, decenni, la la prima conferenza mondiale dei capi di Stato sull’ambiente – Summit mondiale della Terra, si è tenuto a Rio de Janeiro nel 1992.. ma da allora cosi è fatto?ben poco..

Ora si parla del Protocollo di Kyoto al 2020…a fine anno a Parigi si terrà il a Parigi la COP 21 21esimo negoziato per raggiungere un accordo globale sul clima.

Ma in attesa di ciò che decideranno infiniti negoziati di stati e governi, ognuno di noi può già fare la sua parte,come?

RIDUCENDO GLI SPRECHI, conducendo una vita più parsimoniosa, efficientando gli edifici, o con piccole azioni, tipo spegnere la luce quando non necessaria, i led dei computer, evitiamo di utilizzare inutilmente, sprecare, buttare, di utilizzare la macchina per arrivare quasi fin dentro la nostra destinazione, facciamo quattro passi a piedi in più, conduciamo una vita più responsabile e consapevole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *